Vikings 3x03 "Warrior's Fate"

Vikings 3×03 “Warrior’s Fate”

Sono state rilasciate le foto promozionali del terzo episodio “Warriors Fate” della terza stagione di Vikings, vi ricordo che la terza stagione del telefilm ricomincerà il 19 febbraio su History Channel. Ancora non è nota la data di messa in onda italiana, ma al momento stanno trasmettendo le repliche della prima stagione e a marzo inizieranno a trasmettere la seconda stagione, possiamo supporre che la terza stagione doppiata in italiano sarà trasmessa nel 2016.

3×03 “Warrior’s Fate”

Diretto da: Jeff Woolnough
Scritto da: Michael Hirst

  • Foto:

  •  Trama:

A Kattegat, Helga porta l’uomo nella casa di Aslaug e costui si presenta come Harbard, vagabondo che in cambio di ospitalità racconta storie e leggende. Aslaug cura le sue ferite e insieme a Helga è visibilmente colpita dall’uomo, Siggy invece rimane molto sospettosa. Nel Wessex, re Ecbert ha un diverbio con i suoi nobili che non sono affatto contenti di tutta la disponibilità e fiducia che il re concede ai vichinghi pagani. Intanto Ragnar deve ascoltare le proteste di Floki, il quale non è felice di dover combattere per i cristiani. Torstein chiede a Rollo di portarlo con sé in battaglia e di dargli la possibilità di morire da uomo. Re Ecbert fa visita al villaggio vichingo con in dono un aratro per migliorare il lavoro nei campi: Lagertha è colpita da questo nuovo strumento e ringrazia Ecbert. Ragnar e i suoi uomini giungono nelle vicinanze dell’accampamento di Burgred, sulla sommità della collina indicata da Aethelwulf, e Torstein si offre volontario per andare in ricognizione. Quando i soldati merciani lo vedono, lo colpiscono con diverse freccie e lo uccidono, ma poi vengono attaccati da Ragnar e gli altri. La battaglia è violentissima e Þorunn rimane gravemente ferita. Sconfitti i soldati della prima linea, Ragnar si trova davanti al resto dell’esercito di Burgred, disposto in attesa al centro di una conca. Ma nel frattempo in cima a quest’ultima si sono posizionati gli arcieri di Aethelwulf, i quali cominciano a scoccare frecce contro i merciani. Vista la decimazione delle sue forze, Burgred non ha altra scelta che arrendersi. Re Ecbert, con Judith e Athelstan, mostra a Lagertha il bagno romano della sua villa con tutti i suoi affreschi; i quattro entrano nella vasca, la cosa turba notevolmente la principessa Judith che considera il fatto come un peccato per un cristiano e decide di andarsene, mentre Lagertha e Ecbert iniziano a baciarsi. A Kattegat, Harbard sente il piccolo Ivar piangere dal dolore e riesce a calmarlo con la forza delle sue parole, lasciando le tre donne stupefatte. Dopo la battaglia in Mercia, Bjorn non si dà pace per le condizioni di Þorunn, la quale risulta gravemente ferita al volto. Ragnar accusa il figlio di essere un debole e di aver permesso alla ragazza di combattere nelle sue condizioni. A Kattegat due bambini vengono trovati morti nelle reti di un pescatore e Siggy sospetta che sia collegato con l’arrivo di Harbard, dunque si reca dall’Indovino ma questi le risponde che gli dei non gli parlano e che non può aiutarla. Intanto nella colonia vichinga del Wessex la comunità si sta preparando per effettuare un sacrificio al dio Frey in favore della semina; Re Ecbert, incuriosito, decide di presenziare all’evento, il rito lo impressiona e lascia esterrefatti tutti i suoi nobili, i quali considerano il sacrificio pagano un sacrilegio.