warcraft_film

Travis Fimmel sostiene che le battaglie in Vikings e Warcraft sono più semplici di questo

Travis Fimmel si è scontrato con tutto, dai guerrieri scandinavi nella serie tv drammatica Vikings agli eserciti di orchi nel nuovo film d’azione ispirato al videogioco Warcraft. Ma ciò che sembra terrorizzare il pacato ragazzo di campagna australiano più di ogni altra cosa, è parlare con i media.

Lo farò da solo?” balbetta Fimmel mentre entra nel cavernoso studio degli Universal Studios a Los Angeles, recalcitrante all’idea dell’assenza della sua compagna in Warcraft. “Sono così insicuro qui davanti a te, non mi piace proprio fare queste cose!

Di persona, l’attore trentaseienne è sorprendentemente introverso e chiaramente ha delle difficoltà con questa parte del suo lavoro. “Davvero, sono stato una merda in un sacco di audizioni perché mi innervosisco tantissimo davanti alle persone,” dice, senza smettere di toccarsi la barba, finché finalmente non si siede in un angolo. “Non appena finisco un lavoro, mi sento tipo ‘Cavolo, me la sono cavata e sono anche stato pagato!’. Ma poi devo incontrare la stampa e mi sento tipo ‘Oh Dio, è così che guadagni i tuoi soldi’.

RAGNAR Travis - Fimmel

Coloro che stanno aspettando di vederlo alle imminenti convention di fan Supanova, a Sydney e Perth, dovrebbero stare in guardia: potrebbero anche pagare per un autografo o una foto con la star, ma che non si aspettino tante chiacchiere. “Però mi piace promuovere le cose per tutti gli altri che ci hanno lavorato,” dice Fimmel in seguito, facendo marcia indietro. “Vikings viene girato in Irlanda e ci sono 400 persone che ottengono lavoro da lì. La loro economia non è così buona, per cui sono fiero di ciò che abbiamo fatto e farei di tutto per aiutare lo show.

Oggi l’abbronzato attore in camicia nera e jeans, ha acconsentito a fare pubblicità al suo film di successo Warcraft, un film d’azione fantasy basato sul videogioco giocato da più di 100 milioni di persone in tutto il mondo. Con un budget sulla linea di 160 milioni di dollari americani (217 milioni in dollari australiani), Fimmel ne è ugualmente grato. Interpreta Anduin Lothar, il comandante delle forze militari nel pacifico regno di Azeroth. È costretto a portare i suoi guerrieri in battaglia, quando vengono invasi da una razza di orchi giganti che – dopo aver affrontato l’estinzione nel loro mondo – hanno trovato un portale connesso tra i due mondi, si sono imposti di colonizzare Azeroth e farlo diventare la loro nuova casa.

Quando stavo facendo un colloquio con Duncan Jones (il regista) prima di ottenere il lavoro, mi sono sentito come se fossi stato l’unico ragazzo al mondo a non aver mai giocato a quel gioco,” ammette. “Ad essere sincero, sono sicuro che ci avrei giocato se i miei genitori me l’avessero comprato, ma erano molto severi con noi riguardo il fare lavoretti o giocare all’aperto.

Fimmel è il più piccolo di tre fratelli ed è cresciuto nella cittadina rurale di Echuca, in Victoria, con il padre Chris, un allevatore di bovini e produttore lattiero, e sua madre Jennie, un agente ricreativo che lavorava con i disabili. Ammette che già da piccolo era interessato alla recitazione, ma era troppo timido per provarci.

Principalmente era a causa dei tanti brufoli che avevo,” dice, con un’onestà disarmante. Infatti si trasferì a Melbourne e studiò architettura e ingegneria alla RMIT University, dove venne notato in un bar locale da uno scout dell’agenzia per modelli Chadwick e venne infine convinto ad unirsi all’agenzia e trasferirsi a Londra.

Due anni dopo, pronto a seguire la recitazione, si trasferì a Los Angeles, ma scoprì di aver bisogno di continuare a fare il modello per tenersi stretto il visto degli Stati Uniti. Comparve in video musicali di Jennifer Lopez e Janet Jackson, così come nelle pubblicità da giramento di testa dell’intimo Calvin Klein, che vorrebbe dimenticassimo.

Non potevo ottenere un visto per la recitazione e non perché non ci stessi provando,” dice Fimmel, mettendo bene in chiaro che l’argomento delle sue pubblicità di intimo non è il benvenuto. “È stato un lavoro di 13 anni fa. La gente ancora lo tira fuori, ma nessuno lo avrebbe saputo se non fosse stato per quel cavolo di internet.

Il ruolo principale nella serie tv “Tarzan” del 2003 ha finalmente cambiato tutto, ed il suo ancor più recente ruolo da guerriero vichingo-diventato-re Ragnar Lothbrok nella serie Vikings del 2013 – ora pronta per la sua quinta stagione e per la messa in onda della seconda parte della quarta stagione sempre quest’anno – sono state utili per la sua audizione per Warcraft.

Il regista Duncan Jones, figlio dell’icona del rock David Bowie, racconta: “Ho visto Travis in Vikings e sapevo sarebbe stato perfetto per Warcraft, perché sa essere rude e vulnerabile allo stesso tempo.

Vedere l’agile Fimmel affrontare un esercito di orchi assassini in Warcraft, ti fa pensare che è un ragazzo che potrebbe cavarsela bene in battaglia. “No, sarei sicuramente morto durante la prima battaglia,” dice, respingendo lo stereotipo del macho. “Avrei provato a coccolarli probabilmente, ma decisamente non è una buona idea.

È anche autoironico quando ammette che sfida è stata indossare quel costume ogni giorno. “Servivano quattro persone per mettermi l’armatura e tre per toglierla, e scordarsi l’andare in bagno,” dice con un sorriso. “L’ho sopportato perché stavamo cercando di rispettare il gioco e tutto il suo aspetto.

Con i suoi perforanti occhi azzurri, i capelli biondi e il fascino trasandato, l’attore potrebbe facilmente rivendicare un posto nell’elenco degli uomini più sexy del mondo. “Non mi frega proprio niente di come appaio, sono sempre gli altri che ne parlano,” dice. Non che non possa essere un po’ vanitoso, quando si parla delle extension ai capelli che è obbligato ad indossare per interpretare il suo personaggio in Vikings. “Devo indossare una cuffia da doccia per proteggere le extension, davvero romantico se hai trovato una ragazza così stupida da venirti a trovare,” scherza.

Fimmel ha avuto una relazione con la modella kiwi Rachel Hunter nel 2002, poi una con l’attrice filippina Mei Melancon dal 2007 al 2008, ma da allora si sa poco della sua vita privata. Fa roteare gli occhi se gli si domandano aggiornamenti. “Le donne sono così complicate, è incredibile,” sospira. “Credo di essere frainteso a volte, perché ho molto cuore e poco cervello.

La nostra intervista è finita e lui freme per andare via; non solo dagli Universal Studios, ma da Los Angeles stessa. “La odio, amico,” dice, rivolgendosi ad un altro australiano. Mentre parla dei due luoghi che lo rendono felice – la fattoria dei suoi genitori in Victoria e casa sua a County Wicklow, in Irlanda, dove vive per la maggior parte dell’anno per le riprese di Vikings – è chiaro che la campagna farà sempre parte di lui.

Vorrei farmi la mia fattoria, ma non sto mai abbastanza a lungo in Australia, così sto dai miei genitori quando sono là,” dice.

In Irlanda evita Dublino, dove vivono la maggior parte dei suoi compagni che fanno i pendolari verso il set, un’ora più a sud. “Io ho una casetta sul lago, pesco tutto il tempo e mi ci vogliono solo due minuti di macchina per andare al lavoro, quindi perché dovrei voler vivere da un’altra parte?

Con un bagliore negli occhi, Fimmel fa una pausa quando gli viene chiesto di immaginare la sua vacanza dei sogni, poi dice: “Probabilmente vedere i miei tre bambini nuotare, al mare, insieme ad una bella ragazza al mio fianco.

E con un invito del genere, può anche mettersi l’armatura al Supanova.

Warcraft: L’inizio sarà nei cinema il 16 giugno. Il “Supanova” dal 17 al 19 giugno all’Olympic Park di Sydney.

Tradotto da: Ilaria I.

Fonte: Sydney Morning Herald