Crea sito

Lista degli episodi di Vikings

Cliccate sull’episodio che vi interessa per leggere la trama, guardare il trailer e le foto promozionali.

1^ Stagione:

  • Episodi:

1×01 Rites of Passage (Prima TV Canada: 3 marzo 2013) (Prima TV Italia: 28 maggio 2014)
1×02 Wrath of the Northmen (Prima TV Canada: 10 marzo 2013) (Prima TV Italia: 4 giugno 2014)
1×03 Dispossessed (Prima TV Canada: 17 marzo 2013) (Prima TV Italia: 11 giugno 2014)
1×04 Trial (Prima TV Canada: 24 marzo 2013) (Prima TV Italia: 18 giugno 2014)
1×05 Raid (Prima TV Canada: 31 marzo 2013) (Prima TV Italia: 25 giugno 2014)
1×06 Burial of the Dead (Prima TV Canada: 7 aprile 2013) (Prima TV Italia: 2 luglio 2014)
1×07 A King’s Ransom (Prima TV Canada: 14 aprile 2013) (Prima TV Italia: 9 luglio 2014)
1×08 Sacrifice (Prima TV Canada: 21 aprile 2013) (Prima TV Italia: 16 luglio 2014)
1×09 All Change (Prima TV Canada: 28 aprile 2013) (Prima TV Italia: 23 luglio 2014)

  • Trama in breve:

Ragnar è presentato come un giovane fattore vichingo che anela alla scoperta di nuove civiltà attraverso i mari. È infatti il primo della sua gente a voler salpare verso occidente, attraversando le acque del mare del Nord, convinto che vi sia altro per cui valga la pena rischiare. La prima caratteristica che distingue il protagonista dalla sua gente è la sete di conoscenza, addirittura superiore a quella di conquista, che possiede ugualmente. Egli vive con la moglie Lagertha, una fanciulla dello scudo, e i figli Bjorn e Gyda. Con il suo amico, il geniale artigiano Floki, Ragnar costruisce in segreto una nuova generazione di navi lunghe più veloci e sfida il governatore locale, lo jarl Haraldson, un uomo avido e di vedute altrettanto strette. Haraldson è contrario alle proposte di Ragnar, ma il giovane vichingo parte comunque per l’inesplorato sud-ovest, scatenando così una mal celata ostilità da parte dello jarl. Quest’ultimo governa lo jarldon con l’aiuto del suo consigliere Svein e dell’Indovino.

Tra l’equipaggio di Ragnar vi è suo fratello Rollo, figura imponente e grande guerriero. Rollo brama la moglie di Ragnar e prova una forte invidia per il fratello. Infatti, mentre quest’ultimo persegue fermamente le sue ambizioni, Rollo cerca di affrontare una gelosia che mette alla prova la sua maturità e pianta i semi del risentimento. L’imbarcazione di Ragnar si rivela essere una potente risorsa, in quanto conduce i razziatori vichinghi sulle coste del regno inglese della Northumbria. Un monastero viene facilmente attaccato ed espugnato con una brutalità implacabile, emblematica di tutte le incursioni vichinghe. Gli “uomini del nord” lasciano l’isola con un bottino di ricchezze e schiavi, tra i quali vi è il monaco Athelstan, la cui enigmatica devozione alla fede cristiana instilla in Ragnar molta curiosità. Ritornato in patria, a Kattegat, l’equipaggio viene fermato da Haraldson, il quale pretende che la maggior parte delle ricchezze vadano a lui. Ragnar non può far altro che accettare, ma riesce comunque a prendere Athelstan come suo servo. Una seconda spedizione non provoca soltanto l’inimicizia con re Aelle di Northumbria, ma innesca una serie di scontri sempre più violenti con l’autocratico Haraldson, il quale accetta di duellare con Ragnar. Quest’ultimo lo uccide e diventa il nuovo jarl. La moglie di Haraldson, Siggy, rimane dunque vedova ed decide di lasciare Kattegat dopo aver ucciso lo jarl Bjarni, un anziano signore scelto da Haraldson come marito di sua figlia Thyri. Rollo, però, dice a Siggy che potrà restare e le promette che nessuno farà del male a lei o a sua figlia.

Arrivata l’estate, lo jarl Ragnar torna in Northumbria per continuare le razzie, ma questa volta re Aelle risponde agli attacchi inviando suo fratello a capo di un esercito. Ragnar e suoi uomini riescono a prevalere e ad incontrare il re per stipulare un accordo. Rollo accetta di venire battezzato e dopo altri scontri Ragnar riesce ad ottenere un bottino da Aelle. Nel frattempo, Lagertha perde il bambino che aveva in grembo.

Durante un viaggio al tempio di Uppsala, luogo sacro dove molti clan vichinghi si riuniscono ogni nove anni per compiere sacrifici umani e animali agli dei, Ragnar promette fedeltà a re Horik. Quest’ultimo chiede a Ragnar di rappresentarlo nelle trattative per risolvere una disputa con lo jarl Borg, che reclama dei territori conquistati dal re come propri. Durante il soggiorno nello jarldom di Borg, situato nello Götaland in Svezia, Ragnar viene sedotto dalla principessa Aslaug, la quale rimane incinta. Nel frattempo a Kattegat, una misteriosa epidemia devasta il villaggio, uccidendo Gyda e Thyri. L’invidioso e ambizioso Rollo, invece, viene convinto dallo jarl Borg a schierarsi con lui contro suo fratello Ragnar e re Horik, in modo da ottenere la propria gloria.

2^ Stagione:

  • Episodi:

2×01 Brother’s War (Prima TV Canada: 27 febbraio 2014) (Prima TV Italia: 25 marzo 2015)
2×02 Invasion (Prima TV Canada: 6 marzo 2014) (Prima TV Italia: 1 aprile 2015)
2×03 Treachery (Prima TV Canada: 13 marzo 2014) (Prima TV Italia: 8 aprile 2015)
2×04 Eye For an Eye (Prima TV Canada: 20 marzo 2014) (Prima TV Italia: 15 aprile 2015)
2×05 Answers in Blood (Prima TV Canada: 27 marzo 2014) (Prima TV Italia: 22 aprile 2015)
2×06 Unforgiven (Prima TV Canada: 3 aprile 2014) (Prima TV Italia: 29 aprile 2015)
2×07 Blood Eagle (Prima TV Canada: 10 aprile 2014)
2×08 Boneless (Prima TV Canada: 17 aprile 2014)
2×09 The Choice (Prima TV Canada: 24 aprile 2014)
2×10 The Lord’s Prayer (Prima TV Canada: 1 maggio 2014)

  • Trama in breve:

La battaglia tra re Horik e lo jarl Borg ha inizio. Rollo, amareggiato e furioso, combatte e uccide molti dei suoi ex compagni, ma giunto di fronte al fratello si arrende. Successivamente, durante una tregua, Ragnar, re Horik e lo jarl Borg si accordano e decidono di unire le loro forze per razziare i regni inglesi. Rollo viene condotto a Kattegat e processato per tradimento, ma Ragnar corrompe il Maestro delle Leggi e lo salva dalla pena di morte. Poco tempo dopo, la principessa Aslaug arriva nello jarldom di Ragnar, incinta del figlio dello jarl. Umiliata, Lagertha lascia Ragnar, portando con sé il figlio Bjorn.

Quattro anni dopo, Aslaug e Ragnar governano e crescono i loro figli, Hvitserk e Ubbe. A causa dei suoi peccati, Rollo passa i suoi giorni nell’oscurità e nell’autodistruzione e sebbene non possa più razziare, Ragnar lo perdona. Re Horik decide di escludere lo jarl Borg dalle razzie per motivi personali, Ragnar lo informa e l’uomo se ne va arrabbiato e offeso. La flotta parte verso la Northumbria, ma una tempesta porta le navi più a sud, e l’orda giunge nel Wessex, regno governato dallo spietato re Ecbert. I vichinghi iniziano a saccheggiare i centri abitati e Athelstan, ora un guerriero, trova difficile convivere pienamente con la brutalità dei suoi compagni e resta profondamente turbato. Lagertha si è risposata con lo jarl Sigvard, un uomo potente ma violento che un ormai adolescente Bjorn detesta. Lo jarl Borg vuole vendicarsi di Ragnar per la sua pochezza dimostrata nella disputa con re Horik e quindi attacca Kattegat. Rollo, rimasto in patria a difendere il villaggio, viene sconfitto e costretto a fuggire in una fattoria remota con Siggy, Aslaug e i bambini. Mentre Ragnar e re Ecbert iniziano a negoziare, lo jarl Borg si dichiara sovrano delle terre conquistate. Ragnar è quindi costretto a tornare a casa. Athelstan rimane con re Horik e dopo essere stato catturato dai soldati del Wessex, viene condannato a morte come apostata. Mentre sta per essere crocifisso, però, viene risparmiato da re Ecbert. Ragnar trova Rollo, ma i due non hanno abbastanza guerrieri per riconquistare il villaggio. Lagertha e Bjorn, venuti a conoscenza della situazione di Ragnar, corrono in suo aiuto con le forze armate dello jarl Sigvard. Sebbene una profezia di Aslaug preannunci che un’unione carnale tra lei e Ragnar in quel momento potrebbe far nascere un mostro, il desiderio dell’uomo è incontenibile.

Per portare lo jarl Borg allo scoperto, Ragnar decide di distruggere i magazzini di grano assieme a Bjorn. Borg esce dal villaggio con i suoi uomini e cade nella trappola di Ragnar e Lagertha. Questi ultimi riescono a prevalere, ma Borg riesce a fuggire. Athelstan, ora al servizio di Ecbert, è turbato e diviso circa la sua fede. Ragnar capisce di essere ancora innamorato di Lagertha, ma lei lo rifiuta nuovamente e torna da Sigvard, lasciando però Bjorn con il padre. Aslaug dà alla luce Ivar, un bambino storpio. Re Horik torna a Kattegat, cacciato dal Wessex da re Ecbert. In cerca di vendetta, Horik chiede aiuto a Ragnar, ma vuole che lo jarl Borg si unisca a loro. Rollo viene quindi inviato come emissario nello Götaland a negoziare. Athelstan diventa un confidente prezioso di re Ecbert, il quale gli chiede di tradurre alcune pergamene romane. Lagertha torna da suo marito, il quale riprende ad umiliarla. In uno scatto d’ira, la donna lo uccide, diventando jarl di Hedeby. Lo jarl Borg torna a Kattegat, dove le sue forze vengono bruciate vive per vendetta e lui viene preso prigioniero in attesa dell’esecuzione dell’aquila di sangue. Ragnar posticipa l’esecuzione su richiesta di re Horik, il quale intende prima trovare alleati alternativi. Re Ecbert forgia un’alleanza con un vecchio nemico di Ragnar, re Aelle di Northumbria. Ragnar riceve il sostegno e le navi dello jarl Ingstad, che si rivela essere Lagertha. Ottenute le forze armate necessarie a tornare nel Wessex, Ragnar esegue l’aquila di sangue sullo jarl Borg. Bjorn si innamora della schiava Þorunn e in seguito la libera.

Sbarcata nel Wessex, l’orda vichinga si ritrova a combattere contro gli eserciti di re Ecbert e re Aelle. Rollo viene gravemente ferito in battaglia e, trovato da Athelstan, viene curato e messo al servizio del regno di Mercia, il cui trono viene rivendicato dalla principessa Kwenthrith. Athelstan decide di tornare a Kattegat su richiesta di Ragnar. La moglie di Floki, Helga dà alla luce una figlia di nome Angerboda. La tensione tra Horik e Ragnar aumenta e il re complotta per uccidere lo jarl e tutta la sua famiglia. Horik pensa che Floki e Siggy siano dalla sua parte, ma quando attacca Ragnar, il re realizza che Ragnar era pronto a reagire da tempo. Ragnar uccide violentemente Horik e gran parte della sua famiglia e, avendo ottenuto la sua spada, diventa re egli stesso.

3^ Stagione:

  • Episodi:

3×01 Mercenary (Prima TV: 19 febbraio 2015) (Prima TV Italia: )
3×02 The Wanderer (Prima TV: 26 febbraio 2015) (Prima TV Italia: )
3×03 Warriors Fate (Prima TV: 5 marzo 2015) (Prima TV Italia: )
3×04 Scarred (Prima TV: 12 marzo 2015) (Prima TV Italia: )
3×05 The Usurper (Prima TV: 19 marzo 2015) (Prima TV Italia: )
3×06 Born Again (Prima TV: 26 marzo 2015) (Prima TV Italia: )
3×07 Paris (Prima TV: 2 aprile 2015) (Prima TV Italia: )
3×08 To the Gate! (Prima TV: 9 aprile 2015) (Prima TV Italia: )
3×09 Breaking Point (Prima TV: 16 aprile 2015) (Prima TV Italia: )
3×10 The Dead (Prima TV: 23 aprile 2015) (Prima TV Italia: )

  • Trama in breve:

Lagertha lascia lo jarldom di Hedeby nelle mani di Kalf, un suo uomo fidato, per unirsi a Ragnar nella nuova spedizione nel Wessex. I vichinghi si dividono nuovamente: Rollo lascia Siggy, Ragnar affida i suoi figli ad Aslaug, Floki saluta Helga e sua figlia. Partono anche Athelstan, Torstein e Þorunn, decisa a seguire Bjorn in battaglia. Arrivato da re Ecbert, Ragnar scopre che gli uomini andati a combattere in Mercia non sono riusciti a riconquistare il trono per la principessa Kwenthrith. Ecbert, dunque, chiede che Ragnar e i suoi uomini aiutino la principessa a sconfiggere re Brihtwulf e il principe Burgred (zio e fratello di Kwenthrith); in cambio egli offrirà loro delle terre dove potranno stabilirsi. Ragnar, Aethelwulf e Kwenthrith si recano in Mercia e sconfiggono il nemico, uccidendo Brihtwulf e mettendo in fuga Burgred. Quest’ultimo viene raggiunto successivamente dalle forze congiunte di Ragnar e Aethelwulf, che annientano il suo esercito e lo catturano dopo una battaglia violentissima, durante la quale Torstein perde la vita e Þorunn rimane gravemente ferita al volto. Nel frattempo, Ecbert aiuta Lagertha e Athelstan a colonizzare le terre promesse e li invita persino a corte. Lagertha va a letto con il re, mentre Athelstan riceve le attenzioni della principessa Judith, la quale finisce per avere un rapporto carnale con l’uomo.

A Hedeby, Kalf si allea con Einar per istigare la popolazione dello jarldom contro Lagertha e farsi nominare conte. A loro si uniscono in seguito anche Erlendur e Torvi. A Kattegat, Aslaug, Helga e Siggy ricevono la visita di Harbard, un vagabondo la cui permanenza porta al sacrificio di Siggy, la quale salva Ubbe e Hvitserk dall’annegamento in un lago ghiacciato. Dopo la vittoria in Mercia, l’esercito congiunto di sassoni e vichinghi ritorna nel Wessex per i festeggiamenti. In quella occasione, Kwenthrith avvelena il fratello e si proclama regina indiscussa della Mercia. Ragnar, Lagertha e Athelstan tornano a Kattegat, insieme a Rollo, Floki, Bjorn e Þorunn. Sbarcati, la regina Aslaug li informa della morte di Siggy. Lagertha riceve la notizia del tradimento di Kalf e torna a Hedeby con Ragnar. Quest’ultimo propone di unire le forze per una spedizione a Parigi e Lagertha, nonostante sia furiosa con Kalf, decide di rimandare la sua vendetta. Ragnar scopre l’infedeltà di Aslaug con Harbard e Rollo riceve conforto da Bjorn. Nel Wessex, Ecbert induce indirettamente i suoi nobili ad attaccare l’insediamento vichingo, così da rimproverarli e liberarsi di loro. La principessa Judith dà alla luce Alfred, il figlio di Athelstan, e viene processata per adulterio. Ecbert le salva la vita e, in cambio, le chiede di diventare sua amante. Ragnar viene a sapere del tradimento di Ecbert e si isola con Athelstan, il quale, nel frattempo, ha ritrovato la sua fede cristiana. Il fatto rende furioso Floki, che si reca a Kattegat di nascosto e assassina l’ex monaco. Distrutto dal dolore, Ragnar si chiude in se stesso e organizza l’attacco a Parigi. A lui si uniscono Kalf, Lagertha, Erlendur e il conte Sigfried. La flotta parte per la foce della Senna, seguendo le indicazioni di Sinric, un vagabondo francese. Helga parte insieme a Floki e Rollo, mentre Þorunn rimane a Kattegat in attesa di partorire il figlio concepito con Bjorn.

Raggiunta Parigi, i vichinghi si accampano sulle rive del fiume e si preparano all’attacco della città. Floki costruisce le torri d’assedio, mentre gli altri decidono di dividere le forze in due armate: la prima, guidata da Rollo e Ragnar, attaccherà le mura dall’acqua, mentre la seconda, comandata da Lagertha, Kalf, Erlendur e Sigfried, attaccherà il ponte coperto che connette l’isola di Parigi alla sponda della Senna. Nel Wessex, re Ecbert invia Aethelwulf dalla regina Kwenthrith con l’ordine di porre fine ai suoi attacchi contro i nobili locali e di firmare un documento di sottomissione del regno di Mercia a quello del Wessex. La donna non intende piegarsi e assicura ad Aethelwulf che Magnus, il neonato che la regina sostiene sia figlio suo e di Ragnar, le assicura il sostegno dei vichinghi. Aethelwulf la informa quindi che, a seguito della distruzine dell’insediamento vichingo, il Wessex è in guerra con Ragnar. A Parigi, l’imperatore Carlo della Francia Occidentale incarica il conteOddone di difendere la città. La principessa Gisla è determinata a proteggere i sudditi a tutti i costi.

L’assedio a Parigi si rivela un fallimento e molti uomini cadono in battaglia. Ragnar aveva deliberatamente lasciato il comando a Floki poiché, sospettando che fosse il responsabile della morte del suo amico, intendeva vederlo in crisi con la sua fede. Il piano funziona e Floki inizia a delirare e a mettersi in discussione. Bjorn e Ragnar rimangono feriti durante l’attacco e le condizioni del re in particolare peggiorano. A Kattegat, Þorunn lascia la figlia Siggy alle cure di Aslaug, prima di lasciare il villaggio. A Parigi, ulteriori attacchi dei vichinghi alla città falliscono, ma all’interno delle mura la popolazione soffre di fame ed epidemia. L’imperatore si dimostra un uomo poco coraggioro e il destino della città è nelle mani del conte Oddone e della principessa Gisla. Tornato nel Wessex, Aethelwulf informa il padre di essere riuscito a farsi firmare l’accordo con la Mercia. Ecbert, invece, rivela il suo ultimo piano: è intenzionato ad assassinare re Aelle di Northumbria. Nonostante i suoi uomini non siano d’accordo, Ragnar accetta un compromesso con i francesi: 5760 libbre d’oro in cambio della ritirata dei vichinghi. Ragnar ottiene, inoltre, il battesimo e una sepoltura all’interno delle mura, essendo prossimo alla morte per le sue ferite. Una volta deceduto, Ragnar viene salutato da Rollo, che confessa di essere sempre stato invidioso di lui, Lagertha, che confessa il suo amore per l’uomo, e Floki, che confessa di aver ucciso Athelstan. La bara viene condotta fino all’interno della cattedrale, dove si apre d’improvviso e dalla quale esce Ragnar. Quest’ultimo, minacciando di tagliare la gola alla principessa Gisla, obbliga i francesi ad aprire le porte della città affinché venga saccheggiata. Dopo la vittoria, la maggior parte dei vichinghi lascia Parigi con Ragnar, mentre una piccola parte dell’esercito, comandata da Rollo, resta a controllare l’accampamento. L’imperatore Carlo propone a Rollo di sposare sua figlia Gisla e di proteggere la città contro il prossimo attacco di Ragnar. Rollo accetta, nonostante Gisla sia contraria. Nel frattempo, Ragnar, in viaggio verso casa, chiede a Floki di avvicinarsi e lo accusa di aver ucciso Athelstan.

4^ Stagione:

  • Episodi:

    • Prima parte:

4×01 A Good Treason (Prima TV: 18 febbraio 2016) (Prima TV Italia: )
4×02 Kill the Queen (Prima TV: 25 febbraio 2016) (Prima TV Italia: )
4×03 Mercy (Prima TV: 3 marzo 2016) (Prima TV Italia: )
4×04 Yol (Prima TV: 10 marzo 2016) (Prima TV Italia: )
4×05 Promised (Prima TV: 17 marzo 2016) (Prima TV Italia: )
4×06 What Might Have Been (Prima TV: 24 marzo 2016) (Prima TV Italia: )
4×07 (Prima TV: 31 marzo 2016 ) (Prima TV Italia: )
4×08 (Prima TV: 7 aprile 2016) (Prima TV Italia: )
4×09 (Prima TV: 14 aprile 2016) (Prima TV Italia: )
4×10 (Prima TV: 21 aprile 2016) (Prima TV Italia: )

Fonte: Wikipedia

  • Rodolfo

    La quarta stagione è una delusione enorme. Tutto il mito, la saga, il senso di predestinazione delle precendenti vengono inspiegabilmente distrutti. Se crei un eroe, non è certo detto che debba trionfare sino alla fine. Ma non puoi trasformarlo in un depresso drogato e aspirante suicida; invalidi tutto ciò che hai narrato prima. Se deve morire, deve essere una morte da ricordare, non lo squallore della morte di Ragnar. Inspiegabile perché va in Inghilterra solo per farsi ammazzare, uccidendo lui stesso tutti i compagni per rimanere solo con il figlio storpio e consegnarsi ai nemici. E a parte il protagonista, tutta la serie è negativa, fatta di sconfitte e volta a mostrare il decadimento precoce di una epopea che era stata creata e descritta in modo mirabile nelle stagioni precendenti. La fine di Ragnar è semplicemente deprimente per l’assenza di una sola ragione perché essa abbia un senso. Sceneggiatura pessima, tutti i personaggi irriconoscibili, solo tanto sangue e odio e astio senza una struttura narrativa decente. Peccato perché ho adorato Vikings. Le prime 3 stagioni non vedevo l’ora di poter vedere l’episodio successivo, con la quartaho aspettato ogni volta che accadesse qualcosa che mi riportasse al fascino delle prime 3, senza mai essere soddisfatto. Mai vista in una serie TV di alto livello un decadimento qualitativo e narrativo del genere.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: