Archeologi scaveranno a Lindisfarne alla ricerca del monastero originale

Archeologi scaveranno a Lindisfarne alla ricerca del monastero originale

Il misterioso originale monastero medievale a Lindisfarne – fondato da Re Oswald nel 635, e distrutto dai Vichinghi nel 793 – potrebbe essere sul punto di rivelare i suoi segreti.

Gli archeologi stanno ritornando alla Holy Island di Lindisfarne per degli scavi più imponenti che cercheranno di scoprire il luogo dell’elusivo primo monastero fondato da Re Oswald nel 635.

v0_master

Il monastero anglo-sassone è di grande importanza nella storia della Cristianità nel Regno Unito, e al suo massimo splendore era il cuore del potente regno anglo-sassone di Northumbria, e  la sorgente della Cristianità d’Inghilterra.

Era anche il sito dove i famosi Lindisfarne Gospels vennero scritti, e casa del santuario di San Cutberto, il santo patrono dell’Inghilterra del Nord, che morì nel 687.

Nell’anno del Signore 793, il monastero cadde vittima del primo grande raid vichingo sulle isole Britanniche, segnando l’inizio di uno dei periodi più turbolenti nella storia Britannica e l’inizio dell’era vichinga.

A dispetto della sua importanza, l’ubicazione è rimasta un mistero. Si pensa che il monastero avrebbe potuto essere un disperso complesso di edifici con una chiesa principale e un cimitero al centro, circondato da recinzioni esterne, che avrebbe contenuto le case dei monaci, una pensione e altre chiese e cimiteri.

Le rovine ancora in piedi di una Prioria a Lindisfarne datate nell’epoca normanna intorno al 1093 non vennero costruite su sito del monastero originale.

v0_master (1)

Gli archeologi che stanno scavando il sito, in precedenti occasioni hanno trovato frammenti di lavorazioni in pietra anglo-sassoni e altri piccoli artefatti, ma resti fisici del monastero e della sua ubicazione li hanno elusi.

Il nuovo scavo, che viene sostenuto da DigVentures, impresa sociale archeologica finanziata da crowdfunding, partirà nel giugno 2016 e seguirà le nuove ricerche del Dr David Petts, docente di Archeologia dell’Inghilterra del Nord all’Università di Durham.

Come esperto a livello mondiale riguardo l’archeologia di Lindisfarne, il Dr. Petts ha condotto estensive prospezioni geofisiche tramite fondi del National Geographic.

La centralità del primo monastero di Lindisfarne nella storia dell’antica Britannia medievale e la sua – fino ad ora – elusiva natura dà a questo scavo il potenziale di essere una delle più importanti scoperte archeologiche nel Regno Unito degli ultimi anni” racconta il Dr. Petts.

Lavorare con DigVentures ci permette di ampliare il processo della ricerca e dello scavo scientifico – è il futuro della scoperta del passato.

Il progetto è stato avviato tramite il crowdfunding sul sito della DigVentures, permettendo a chiunque fosse stato interessato nella scoperta del passato a dare il proprio supporto.

Di rimando, i finanziatori diventano parte del team di scavo – tramite un esclusivo accesso digitale ai dati del progetto, e ricevendo l’addestramento e gli attrezzi necessari a partecipare alla spedizione questa estate, che avrà luogo dal 13 al 26 Giugno.

Fonte:

http://www.culture24.org.uk/history-and-heritage/archaeology/art548200-Archaeologists-to-excavate-Lindisfarne-in-search-of-the-elusive-original-monastery